Bonus Facciate

Bonus Facciate

Bonus Verde

Bonus Verde

SISMABONUS

SISMABONUS

Bonus Ristrutturazioni

Bonus Ristrutturazioni

ECOBONUS

ECOBONUS

SUPERBONUS 110%

SUPERBONUS 110%

Bonus Facciate
Fabio Pettinato
/ Categories: Servizi, Bonus facciate

Bonus Facciate

Cos’è il bonus facciate

Il bonus facciate, come tra l’altro suggerisce il nome, è un’agevolazione fiscale rivolta a chi commissiona interventi riguardanti la facciata. Il meccanismo di base è simile a quello delle altre agevolazioni edilizie. Al netto delle eccezioni, che elencheremo tra poco, il committente può recuperare parte della spesa attraverso le detrazioni IRPEF.

La particolarità di questa misura consiste principalmente nell’entità della detrazione, che raggiunge livelli inediti: 90%. Ciò significa che il committente può recuperare o risparmiare direttamente (vedremo poi come) nove decimi della spesa.

La misura è stata pensata per dare sollievo al settore edilizio, gravato ormai da una crisi più che decennale, oltre che per favorire un rinnovamento del patrimonio urbanistico italiano, che è tra i più “vecchi” d’Europa.

La misura ha carattere temporaneo, come buona parte delle agevolazioni del resto (alcune delle quali comunque rinnovate di anno in anno). Inizialmente era stata pensata per durare fino al 31 dicembre 2020, ma la data di scadenza è attualmente fissata al 31 dicembre 2021. Il “bonus facciate proroga” è un tema che ha tenuto banco per tutta l’estate, ma a quanto pare è stato risolto per il meglio.

 

Chi può accedere al bonus facciate e per quali interventi

Nel dettaglio, come si accede al bonus facciate? Ebbene, il bonus è previsto per determinati lavori, e in particolare per:

  • Interventi su strutture opache della facciata
  • Interventi su balconi
  • Interventi su ornamenti e fregi

Ciò significa che a essere coperti dal bonus non sono solo i rifacimenti delle facciate, ma anche le semplici tinteggiature, come anche il rifacimento dei frontalini.

L’unico criterio “stringente” riguarda la visibilità: i lavori, per essere coperti dal bonus, devono interessare elementi visibili dalla strada.

Per quanto concerne la questione della titolarità e le caratteristiche del committente, la misura si rivela piuttosto accomodante. Possono infatti richiedere l’agevolazione:

  • I proprietari dell’immobile
  • I nudi proprietari
  • I detentori del diritto di usufrutto
  • In generale, chi detiene qualsiasi diritto di utilizzazione.

Tali figure possono essere incarnate da persone fisiche, da enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciali, le società semplici, le associazioni di professionisti, contribuenti che conseguono reddito di impresa.

Come funziona il bonus facciate

Abbiamo già accennato al meccanismo che regola il godimento del bonus facciate. Qui, però, entriamo nel dettaglio.

Il beneficio consiste nella possibilità di detrarre il 90% della spesa sostenuta dalla propria IRPEF, in occasione della dichiarazione dei redditi. Tale detrazione non avviene in un’unica soluzione, bensì a “rate”. Nello specifico, dieci.

In buona sostanza, chi gode del beneficio divide il bonus in dieci parte, che detrarrà dichiarazione dei reddito dopo dichiarazione dei redditi.

Insomma, il bonus non è altro che un credito di imposta.

Che succede se il committente… Non ha nulla da detrarre? Non è una domanda peregrina, anche perché molti sono esenti all’IRPEF. Pensiamo, per esempio, ai disoccupati o ai titoli di partita IVA in regime forfettario. In linea teorica, a loro dovrebbe essere precluso l’accesso al bonus.

Per fortuna, il legislatore ha pensato anche a questa categoria di persone. Ha infatti decretato la possibilità di cedere il credito di imposta alle banche o all’impresa realizzatrice, ottenendo direttamente uno sconto in fattura pari al credito stesso.

Tale possibilità non vincola banche e imprese. Esse possono decidere liberamente se accettare o no il credito. Tuttavia, buona parte delle banche e buona parte delle imprese aderiscono all’iniziativa.

Alla luce di tutto ciò, è facilmente intuibile il carattere inedito, quasi rivoluzionario del bonus facciate. D’altronde, è bene ricapitolarlo, il bonus permette di realizzare un intervento utile e molto richiesto quasi a costo zero, concretizzando un risparmio ingentissimo o nel medio periodo (se si detrae) o nell’immediato (se si cede il credito).

 

Bonus Facciate al 110% quando è possibile


Si potrà beneficiare di una detrazione fino al 110 per cento se verranno eseguiti interventi compresi nell'Ecobonus, quindi che migliorano l'efficienza energetica dell'edificio con un aumento di almeno 2 classi energetiche.

Previous Article Bonus Verde
Print
414 Rate this article:
5.0
Fabio Pettinato

Fabio PettinatoFabio Pettinato

Other posts by Fabio Pettinato
Contact author
Comments are only visible to subscribers.

Contact author

Please solve captcha
x
Termini Di UtilizzoPrivacyCopyright 2021 by Renengo
Back To Top